PRESTITI ONLINE
per Pensionati e Dipendenti Pubblici
Martedì, 06 Marzo 2018

Sanità: aumenti salariali in arrivo per il 2018

Sanità: aumenti salariali 2018

Una riforma attesa da  oltre 540mila lavoratori: lo scorso 23 febbraio è arrivato a definizione il nuovo contratto del comparto sanità, con aumenti medi di circa 86 euro mensili. Dagli aumenti salariali alle indennità per categorie specifiche, scopriamo tutte le novità!

Sblocco del contratto della sanità

Il personale del comparto sanità attendeva ormai da quasi 10 anni lo sblocco della situazione contrattuale, avvenuto lo scorso 23 febbraio. Gli interessati sono circa 540mila e comprendono gli operatori sanitari, gli infermieri ed il personale amministrativo del Servizio Sanitario Nazionale (SSN).

Il nuovo contratto riguarderà il triennio 2016-2018 e, oltre agli aumenti mensili, gli interessati percepiranno anche gli arretrati degli anni passati.

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Condizioni Speciali Web!

Aumenti salariari per il settore sanità

Da un calcolo effettuato in fase di trattativa, l’aumento medio pro capite sarà di 86 euro su base mensile, passando da un minimo di 80 ad un massimo di 95 euro. In questo aumento sono compresi anche i cosiddetti "elementi perequativi" che saranno più elevati per le categorie e le posizioni economiche più basse.

Gli arretrati saranno corrisposti per gli anni 2016 e 2017 a partire dal 1° aprile 2018.
Inoltre, nel nuovo contratto è previsto, dal 2019, un aumento dei fondi destinati alla contrattazione integrativa.

Indennità per mansioni particolari

Il nuovo contratto del settore Sanità conferma le indennità che sono riconosciute al personale che occupa particolari mansioni e ruoli. Per quanto riguarda l’indennità di "pronta disponibilità", l’importo stabilito è pari a 20,66 euro, calcolato per 12 ore di servizio, mentre per il personale impiegato su tre turni con cadenza mensile l’indennità riconosciuta è di 4,49 euro al giorno. Prevista anche l’indennità per chi svolge assistenza domiciliare, variabile da un minimo di 2,58 euro ad un massimo di 5,16 euro, importi lordi, in base alla qualifica del dipendente che esegue la prestazione.

Seguici su Facebook!

Tutte le settimane notizie e curiosità su risparmio personale, tasse e benefici fiscali, casa, famiglia, ecc.

 

Novità anche per quanto riguarda le relazioni sindacali

Con la firma del nuovo contratto entrano in vigore alcune variazioni anche per quanto riguarda le relazioni sindacali. Principalmente si tratta di aspetti normativi, ad esempio la gestione di permessi, congedi ed assenze, ma anche di ferie ed orario di lavoro. Un altro aspetto normativo che ha subito delle variazioni è quello del lavoro flessibile. In tutti questi aspetti vanno quindi a decadere le vecchie disposizioni contrattuali. Un esempio riguarda la concessione di permessi a chi deve sottoporsi ad esami diagnostici e visite specialistiche, mentre un altro riguarda la nuova disciplina delle ferie solidali. Quest’ultima variazione consente a lavoratori con figli minori affetti da gravi e particolari problematiche di poter usufruire di giorni di ferie messe a disposizione da altri colleghi.

Sono state introdotte delle tutele per le donne che hanno subito violenza, per le quali oltre ai congedi retribuiti sarà possibile richiedere anche una aspettativa speciale.

Resta invariato l’orario lavorativo a 36 ore settimanali con almeno 11 ore di riposo continuativo.

Il contratto recepisce la Riforma Madia, con la previsione di specifiche sanzioni in caso di assenze ingiustificate in prossimità dei giorni festivi o per assenze collettive.

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

 

Ti serve aiuto?

Contattaci per maggiori informazioni.

Numero Verde Prestiti Finanziamenti

Email: Mail Prestiti Finanziamenti

 

PERCHÉ SCEGLIERCI

Con oltre 20 anni di esperienza nei prestiti a dipendenti e pensionati siamo in grado di fornire una consulenza professionale e qualificata. Contattaci, la richiesta di preventivo è gratuita e assolutamente senza impegno.

Richiedi un preventivo GRATIS e senza impegno!
CONDIZIONI GENERALI

Per le condizioni si fa rinvio alla sezione trasparenza. I finanziamenti e gli importi sono sempre soggetti a discrezionale approvazione dell'intermediario. La consulenza e l'attivazione preliminari alla richiesta di finanziamento sono gratis anche se deciderai di non sottoscrivere la domanda o il contratto di finanziamento. Messaggio promozionale valido dal 01/10/2018 al 31/12/2018 ed è riferito a prestiti rimborsabili mediante cessione o delegazione di quote dello stipendio o pensione.

Convenzione INPS per pensionati
Prestitalia S.p.A. e numerosi intermediari bancari e finanziari hanno sottoscritto la convenzione con l'INPS per i pensionati a condizioni riservate.

Privacy Policy - Informativa Cookie - Informativa Privacy Prestitalia

CONTATTI

contatti prestiti finanziamenti

  • Numero Verde: 800 173 173
  • Email: mail prestiti finanziamenti
PRESTITI A DIPENDENTI STATALI, PUBBLICI E PENSIONATI
RICHIEDI IL PREVENTIVO IN 1 MINUTO

Facile: pensiamo a tutto noi
Veloce: consulenza telefonica immediata
Sicuro: tasso fisso e rata costante
Conveniente: condizioni riservate

PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO