Prestiti INPS
Per Pensionati e Dipendenti Pubblici
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
Venerdì, 15 Luglio 2016

I cibi che aiutano a dormire bene

Recenti studi scientifici hanno confermato un forte legame tra il sonno e l'alimentazione

Una dieta povera di acqua naturale, potassio e vitamina C - così come di sufficienti carboidrati e calorie - può influenzare negativamente la capacità di addormentarsi. Ma anche carenze di selenio, calcio, acido laurico, alfa-carotene e vitamina D sono nemiche di un bel riposo ristoratore.

Quali sono quindi gli alimenti che, sopratutto se assunti a cena, favoriscono un sonno tranquillo e rigenerante?

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Condizioni Speciali Web!

Quali cibi scegliere

Sicuramente le carote, che contengono una buona dose di alfa carotene, seguite da noci e ciliegie, ricche di melatonina che viene considerata l'ormone regolatore del riposo. 

Anche i semi di zucca conciliano il sonno, dato che contengono zinco, triptofano e magnesio. Soprattutto quando l'insonnia è causata da una vita frenetica e piena di impegni, un buon apporto di magnesio può aiutare a riposare meglio. Il triptofano, invece, è un amminoacido capace di alzare i livelli di serotonina e melatonina.

Tra i cibi consigliati ci sono i kiwi, che sono stati anche oggetto di un'indagine condotta su 22 donne e 4 uomini, compresi tra i 20 e i 50 anni, i quali accusavano disturbi del sonno. Ai pazienti è stato chiesto di mangiare kiwi, per circa quattro settimane, due ore prima di andare a dormire. Già dopo il primo mese, i pazienti hanno dichiarato di aver impiegato meno tempo per addormentarsi, nonché di aver avuto meno risvegli notturni. Inoltre, sembra sia migliorata anche la qualità e la durata del sonno.

Seguici su Facebook!

Tutte le settimane notizie e curiosità su risparmio personale, tasse e benefici fiscali, casa, famiglia, ecc.

E quali evitare

Vanno evitati tutti i cibi confezionati ad alto contenuto glicemico e ricchi di zucchero, che possono risultare di difficile digestione.

Creano difficoltà ad addormentarsi i cibi che contengono la tiramina, un ormone che crea eccitazione. Rientrano in questa categoria il vino, i formaggi come il gorgonzola, il pecorino, il groviera e simili. In genere, chi soffre di insonnia dovrebbe evitare anche le melanzane, il pesce poco fresco e gli insaccati in genere.

Anche l'alcol è nemico del sonno, così come il cioccolato che è ricco di sostanze stimolanti.

Prestiti a Dipendenti e Pensionati

Un consulente sarà a tua disposizione per studiare insieme la possibilità di ottenere un prestito.

 

Ti serve aiuto?

Contattaci per maggiori informazioni.

Numero Verde Prestiti Finanziamenti

Email: Mail Prestiti Finanziamenti

 

PERCHÈ SCEGLIERCI

Con oltre 15 anni di esperienza nei prestiti a dipendenti e pensionati siamo in grado di fornire una consulenza professionale e qualificata. Contattaci, la richiesta di preventivo è gratuita e assolutamente senza impegno.

Richiedi un preventivo GRATIS e senza impegno!
CONDIZIONI GENERALI

Per le condizioni si fa rinvio alla sezione trasparenza. I finanziamenti e gli importi sono sempre soggetti a discrezionale approvazione dell'intermediario. La consulenza e l'attivazione preliminari alla richiesta di finanziamento sono gratis anche se deciderai di non sottoscrivere la domanda o il contratto di finanziamento. Messaggio promozionale valido dal 01/04/2018 al 30/06/2018 ed è riferito a prestiti rimborsabili mediante cessione o delegazione di quote dello stipendio o pensione.

Convenzione INPS per pensionati
Prestitalia S.p.A. e numerosi intermediari bancari e finanziari hanno sottoscritto la convenzione con l'INPS per i pensionati a condizioni riservate.

Privacy Policy - Informativa Cookie - Informativa Privacy Prestitalia

CONTATTI

contatti prestiti finanziamenti

  • Numero Verde: 800 173 173
  • Email: mail prestiti finanziamenti
x
PRESTITI A DIPENDENTI STATALI, PUBBLICI E PENSIONATI
RICHIEDI IL PREVENTIVO IN 1 MINUTO

Facile: pensiamo a tutto noi
Veloce: consulenza telefonica immediata
Sicuro: tasso fisso e rata costante
Conveniente: condizioni riservate